REGOLAMENTO INTERNO

MISSION

L'Asilo nido Patapum è gestito dalla Cooperativa Sociale Maliva ed è un centro appositamente studiato per garantire ai bambini un ambiente familiare e sereno, utile per lo sviluppo psico-motorio e per stimolare la creatività e l socializzazione.
L'obiettivo fondamentale è quello di favorire la progressiva conquista di autonomia di ogni bambino; questo percorso trova il suo riferimento culturale ed il suo supporto scientifico nel PROGETTO PEDAGOGICO, che è uno strumento teorico-operativo in grado di valorizzare i caratteri peculiari del contesto nido d'infanzia.
Le finalità specifiche sono le seguenti:
  • realizzazione di un contesto educativo
  • strutturare un sistema complesso di mediazioni tra bambino e realtà
  • favorire lo sviluppo globale del bambino attraverso una progettualità coerente per facilitare l'acquisizione di competenze motorie, cognitive, espressive e logiche
  • valorizzare le potenzialità di crescita del bambino
  • offrire un servizio socio-educativo flessibile alle famiglie

A CHI E' RIVOLTO IL SERVIZIO

Il servizio è rivolto a 30 bambini di età compresa tra i 6 e i 36 mesi. Come previsto dall'art.8 della L. R. n. 32/90 la struttura può accettare fino al 20% in più di iscrizioni arrivando così ad ospitare un massimo di 36 bambini.
Mira è popolata da molte persone straniere e quindi il nostro servizio si apre a bambini di tutte le razze e religioni senza alcuna discriminazione, diventando così un nido multietnico.
All'interno qualsiasi bambino viene trattato nella stessa maniera e per i bimbi musulmani, vegani, vegetariani o con certificati medici che dichiarano l'intolleranza a un determinato alimento, c'è la possibilità di avere un menù specifico se richiesto dai genitori o dal medico.
Inoltre possiamo garantire il servizio anche a bambini con problematiche e disabilità in quanto la struttura si avvale della collaborazione della Dott.ssa Maria Luigia Tortorella, psicologa ad orientamento clinico, di salute e di Comunità.

CRITERI DI ACCESSO AL SERVIZIO

Per accedere al servizio è sufficiente rivolgersi presso la struttura e fissare un appuntamento per un colloquio, durante il quale verranno presentate le modalità di lavoro e le metodologie pedagogiche dell'equipe educativa, fasce orarie e costi di frequenza.
Al momento dell'iscrizione verrà richiesto il pagamento di una quota semestrale o annuale per l'assicurazione dei bambini all'interno della struttura.
Il pagamento dell'iscrizione pari ad una mensilità come deposito cauzionale, comporta la prenotazione del posto, anche qualora non venga immediatamente effettuato l'inserimento.
Gli inserimenti dei bambini vengono realizzati lungo l'intero arco scolastico, compatibilmente con i posti disponibili.
In termini di sicurezza la Coordinatrice presenta due moduli, il primo relativo alla legge n°196/03 riguardante “il codice in materia di protezione dei dati personali” e il secondo in cui vengono elencate le persone maggiorenni autorizzate dai genitori a prendere in consegna il proprio figlio.
Vengono inoltre consegnati menù diversificati in base all'età e la Carta dei Servizi.
Questo incontro serve anche per spiegare l'importanza dell'inserimento, esso deve essere graduale e ha un duplice scopo:

  • da un lato far si che il bambino familiarizzi con l’ambiente e le persone stabilendo così nuovi rapporti;
  • dall’altro coinvolgere i genitori alla vita dell’asilo abituandosi al distacco ed all’allontanamento dal proprio figlio.
Per ottimizzare l’inserimento la responsabile consegna ai genitori un opuscolo in cui sono riportate delle indicazioni generali di comportamento ed uno schema con gli orari ed i giorni.

PERCORSO D'INSERIMENTO

Il percorso d’inserimento di solito si svolge in questo modo:

PRIMA SETTIMANA
SECONDA SETTIMANA
TERZA SETTIMANA
QUARTA SETTIMANA

LISTE DI ATTESA

Una volta esauriti i posti disponibili viene stilata una lista d’attesa con le domande di inserimento che viene gestita dalla Coordinatrice del Nido in base a chi sceglie di usufruire della fascia oraria più ampia tra quelle proposte dal servizio.

LE MODALITA' DI FUNZIONE DEL SERVIZIO E LA METODOLOGIA DI DEFINIZIONE DELLE RETTE

L'asilo nido Patapum è aperto tutto l'anno, sono previste solo chiusure nei seguenti giorni festivi:

  • 1 gennaio
  • 6 gennaio
  • Pasqua e Pasquetta
  • 25 aprile
  • 1 maggio
  • 2 giugno
  • settimana di ferragosto
  • 1 novembre
  • 8 dicembre
  • 25 e 26 dicembre
eventuali ponti saranno comunicati dalla direzione all'inizio di ogni anno scolastico. La struttura è aperta dal Lunedì al Venerdì dalle ore 7.00 alle ore 18.00 con le seguenti modalità:
  • Entrata dei bambini: dalle ore 7.00 alle ore 9.00
  • Uscita tempo parziale: dalle ore 12.30 alle ore 13.00
  • Uscita tempo pieno: alle ore 16.00 alle ore 18.00
E' necessario rispettare gli orari del Nido per garantire un buon funzionamento del servizio.
Dopo le ore 9.00 i bambini vengono divisi per classi e le educatrici non possono più dedicarsi all'accoglienza in quanto questa avviene prestando particolare attenzione per favorire il momento del distacco dal genitore.
Per l'alimentazione l'asilo si appoggia ad un servizio di catering esterno fornito dalla ditta Se. Ri. Mi. Servizi Riuniti Mira, la quale prepara i pasti giornalmente e richiede tassativamente che eventuali variazioni del numero dei bambini presenti sia comunicato entro le ore 8.45 del giorno di consegna, per questo motivo in caso di assenza si prega di avvisare le educatrici entro tale orario.
Il buono pasto di 4 euro e comprende il pranzo e la merenda.
Il costo della retta varia in base al tipo di frequenza:
  • Tempo parziale 400,00€ + 5% IVA
  • Tempo pieno 500,00€ + 5% IVA
Il costo del periodo di inserimento è di 50,00€ + 5% IVA settimanali.
Il costo dell'assicurazione di 100,00€ + 5% IVA con scadenza annuale deve essere pagata il primo giorno di presenza al nido.
Le rette si pagano entro e non oltre il cinque del mese in corso tramite bonifico bancario.
La fattura del pagamento verrà consegnata la settimana successiva per motivi amministrativi. Verrà praticata una riduzione del 25% della retta solo in caso di assenza per malattia di almeno due settimane consecutive e del 10% per l'iscrizione del secondo figlio.
Nel caso di ferie programmate dai genitori, non verrà applicato nessuno sconto.
I mesi estivi di luglio e agosto devono essere pagati per intero.
Il ritiro del bambino dal nido può essere richiesto in qualsiasi momento con un preavviso di almeno due mesi, in caso contrario si dovrà corrispondere alle mensilità come due mesi di frequenza.

Regole in caso di malattia

Le assenze per malattia con rientro al sesto giorno, compresi i festivi, necessitano dell'autocertificazione, mentre quelle dal settimo giorno in poi devono essere giustificate con certificato medico.
Ai genitori dei bambini che vengono allontanati dall'asilo per sospetta malattia verrà consegnato un modulo di allontanamento. Le educatrici non possono somministrare farmaci, neanche con il permesso dei genitori.
La scuola fornisce e lava tutta la biancheria necessaria per i bambini:

  • calzini antiscivolo
  • bavaglini
  • asciugamani
  • lenzuola
  • copertine
La scuola fornisce anche i pannolini; i genitori devono solo consegnare alle educatrici un cambio completo adatto alla stagione.
L'abbigliamento deve essere il più pratico possibile quindi non sono ammesse tutine intere e salopette.
E' consentito portare un pupazzo o un giocattolo che il bambino di solito usa per addormentarsi, mentre gli altri "effetti personali" vanno consegnati all'educatrice o riposti nell'armadietto.
E' importante controllare se ci sono avvisi da parte della Direzione nella lavagna che si trova all'ingresso o nell'armadietto e leggere la tabella giornaliera.
Durante l'anno le educatrici sono disponibili a fissare degli incontri per i colloqui con i genitori per parlare delle attività svolte e delle conquiste che il bambino ha fatto dal momento dell'inserimento al nido.

ORGANIZZAZIONE DEGLI ORARI (giornata tipo)

Nell’intera organizzazione della vita al Nido, l’aspetto fondamentale è la qualità del processo educativo che esso è in grado di offrire.

L'asilo nido Patapum è aperto dalle ore 7.00 alle 18.00.
La giornata tipo all'interno della struttura è la seguente:

  • 7.00-9.00
    Entrata dei bambini.
    L'accoglienza dei bambini avviene prestando particolare attenzione a favorire il momento del distacco dal genitore attraverso:
    1) un rapporto individualizzato con chi arriva
    2) l'interesse del bambino per un gioco assunto come mediatore nel passaggio genitore-bambino-educatrice
  • 9.00
    piccola merenda o colazione in mensa
  • 9.30
    primo cambio della giornata (per piccoli gruppi a rotazione il cambio di tutti i bambini).
  • 10.00-11.00
    attività didattica come da programmazione interna. Normalmente ci si divide per gruppi, ogni gruppo con la sua educatrice di riferimento, utilizzando spazi diversi.
  • 11.00-11.30
    preparazione per il pranzo con lavaggio delle manine dei bambini, sistemazione dei posti a tavola e nei seggioloni, distribuzione dei bavaglini.
  • 11.30
    pranzo, al termine del quale, i bambini tornano in salone utilizzando liberamente gli oggetti presenti per il gioco. Poi le educatrici a turno portano i propri bambini in bagno e li preparano per il riposo pomeridiano o per l'uscita.
  • 12.30-13.00
    prima uscita per i bimbi che frequentano il tempo parziale
  • 15.00-15.30
    i bambini iniziano a risvegliarsi, vi è il cambio dei pannolini
  • 15.30
    i bambini fanno merenda e vengono uniti in uno stesso gruppo
  • 16.00-18.00
    attività di gruppo ed uscite per chi frequenta il tempo pieno.

LA CURA DEL BAMBINO

Alla definizione della cura del bambino concorre un insieme complesso di attività, che vanno da quelle direttamente rivolte a favorire il suo armonico sviluppo psicofisico e la sua socializzazione, a quelle pensate per la creazione di un ambiente stabile fino a quelle più strettamente legate alla sua igiene personale. E' fondamentale prestare attenzione alle esigenze del bambino, alla sua relazione con gli altri e impostare una prassi educativa ispirata alla centralità del bambino, sostenere le famiglie nella cura dei figli e nelle scelte educative, prestando particolarmente attenzione all'inserimento in quanto rappresenta la prima esperienza di distacco dai genitori e dall'ambiente familiare.

ROUTINE

Entrata e uscita

L'entrata e l'uscita sono due momenti importanti perché permettono un utile scambio di informazioni tra genitore ed educatrice e offrono all'educatrice un'ottima occasione per osservare il rapporto genitore-figlio. Il bambino al mattino trova l'educatrice del proprio gruppo, la quale rappresenta una figura di riferimento stabile che accoglie e rassicura sia il genitore che il bambino. All'uscita invece l'educatrice informa brevemente e giornalmente ogni genitore di come il proprio/a bambino/a ha trascorso la giornata al nido.

Pulizia ed igiene

I momenti del cambio del pannolino, della pulizia corporea e del vasino, sono momenti privilegiati sia per il contatto corporeo tra adulto e bambino, sia per la possibilità che ha il bambino stesso di conoscere il proprio corpo. E' quindi molto importante il modo e l'intensità con cui l'educatrice entra in contatto con lui, stimolando la sua sensibilità corporea e creando uno scambio emotivo ( parla con lui, canta una canzoncina, lo coccola, ecc.).

Pranzo

Il momento del pranzo costituisce uno degli aspetti più significativi della vita al nido. Per i piccolissimi, l'alimentazione è soprattutto un momento di intimità tra adulto e bambino dove diventa importantissimo rispettare i suoi tempi, i ritmi, i cambiamenti che avvengono di giorno in giorno, soprattutto nella fase delicata dello svezzamento che spesso coincide con l'ingresso del bambino al nido. Per i bambini più grandi invece, l'alimentazione al nido è una grande opportunità di sperimentare il loro desiderio di autonomia, le loro competenze, il loro “saper fare”e pertanto di affermare la propria personalità. Imparare a mangiare da soli usando progressivamente cucchiaio, forchetta, bicchiere è una conquista importante che rafforza l'identità personale del bambino.

Sonno

E' importante rispettare le abitudini e i rituali dei singoli bambini. Ogni bambino ha il proprio letto. Alcuni si addormentano da soli, altri hanno bisogno della vicinanza dell'educatrice; durante la nanna un'insegnante è sempre presente dentro la camera, pronta a rassicurare chi si sveglia. Il risveglio di ogni bambino ha caratteristiche proprie, dettate da specifiche modalità di rientro nella realtà; tali ritmi e procedure vengono rispettati.

ENTI CON CUI COLLABORA L'ASILO NIDO

  • Il Comune di Mira per i casi sociali.
  • La scuola dell'infanzia Pio X per il progetto di continuità.
  • Mensa scolastica Se. Ri. Mi.
  • A. s. d. polisportiva Bissuola per psicomotricità relazionale.
  • Piscina comunale di Mira.
Indirizzo sede operativa
Asilo nido PATAPUM
via Bologna, 14
30034 Mira (VE)
tel. 388/8796286
sito internet: www.asilonidopatapum.it
pagina Facebook: Asilo nido Patapum
pagina Instagram: asilonidopatapum
Gestito dalla Cooperativa Sociale MALIVA
Sede legale: via Bologna, 14
30034 Mira (VE)
C.F. e Partita IVA 03841180270
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Asilo nido PATAPUM - Cooperativa Maliva

Via Bologna, 14 - 30034 Mira (VE) - C.F. / P.IVA 03841180270